lunedì 7 maggio 2012

Shampoo all'Ortica e Tea tree oil forfora grassa - Fitocose

Ma buongiorno signore mie.
Ecco qua la recensione del primo shampoo Fitocose usato per lavare la mia bella testolina. Nell’ultimo ordine mi sono presa tre shampoo differenti e questo è stato quello con cui la sorte ha deciso, del tutto casualmente, che avrei aperto le danze.

MARCA

DICONO DI LUI
Soluzione detergente a base di Tea tree oil, estratto di Ortica e tensioattivi di derivazione vegetale (da Amido e olio di Cocco) indicata per capelli grassi con forfora.
Modo d’uso: applicare una noce di prodotto frizionandolo sull’intera capigliatura. Lasciare agire, indi risciacquare con acqua tiepida. Non eccedere nell’uso. Per la sua composizione naturale questo shampoo genera pochissima schiuma
Importante: non ripetere l’applicazione se non nel caso di capelli particolarmente sporchi. La schiuma che si genera durante il lavaggio non deve essere abbondante. Se lo fosse significa che si è già allontanato tutto lo sporco e si sta cominciando ad eliminare il film protettivo del capello. Per l’asciugatura evitare il più possibile l’uso del phon caldo che farebbe evaporare troppo rapidamente l’acqua del fusto del capello, seccandolo e rendendolo di conseguenza più fragile.


DOVE SI TROVA
Sullo shop on line o in alcune erboristerie autorizzate (La Bottega della Natura, Carate Brianza).
CONFEZIONE
Flacone in plastica rigida di color bianco opaco. Tappo a scatto sulla sommità in plastica trasparente.
PREZZO
6,07 €
QUANTITÀ
200 ml
SCADENZA
4 mesi
CONSIDERAZIONI
Se vi piacciono i profumi freschi, balsamici e un tantino pungenti, questo shampoo vi lascerà soddisfatte dal punto di vista olfattivo. Le note dell’ortica e del tea tree si fondono perfettamente tra loro lascindo un piacevole odore anche sui capelli.
Questo shampoo è liquidissimo, non dico che sia come l’acqua ma poco ci manca, e la cosa risulta piuttosto scomoda perché se non si usa un po’ di accortezza rischiate che dopo averlo versato sul palmo vi ritroviate con un pugno di mosche in mano e lo shampoo che se ne è beatamente andato a fare un giro per mai più ritornare.
Ho provato ad applicarlo sui capelli bagnati (come si fa con un normale shampoo…thò, pensavo di aver scoperto l’acqua calda) ma, oltre a non formarsi schiuma (cosa peraltro indicata sulla confezione e sul sito) i capelli non si lavano, nel senso che non si capisce minimamente dove vada a finire il prodotto. Io ottimista , le prime volte mi sono detta: “Io non so dov’è il prodotto ma sicuramente da qualche parte sarà andato” ma dopo il lavaggio i capelli erano visibilmente non lavati, specialmente in alcune zone dove, evidentemente, il prodotto aveva deciso di sorvolare.
Così sono passata al piano B, prelevando pochissime quantità di prodotto e applicandole sulle diverse zone della testa ma anche qui la situazione non migliorava.
Insoddisfatta ma non sconfitta ho creato del tutto casualmente un piano C che consiste nell’applicare lo shampoo sui capelli non bagnati, ma proprio grondanti acqua. La tattica prevede la completa padronanza di un antica tecnica ninja che consente di sviluppare un’elevatissima velocità nei movimenti per poter mettere lo shampoo appena il getto d’acqua si allontana dalla vostra testina, il tutto con gesti ultra veloci in pieno stile Matrix (il capello non si deve nemmeno lontanamente asciugare). In questo modo si riesce a generare una leggerissima schiumetta che, se siete state abbastanza veloci, si propaga per tutto la testa. Questo sistema funziona, ma non mi ha mai soddisfatto appieno così ho deciso di tentare la strada del piano D: abbondare col prodotto e con le applicazioni. Lo so, lo so, è espressamente detto di non farlo, ma io le stavo provando tutte e per lo meno ho sperimentato con mano che in questo modo i capelli si lavano, ma anche troppo e che il prodotto si consuma in modo eccessivo. Fu così che, ormai sconsolata, mi è venuto in mente di aver letto in giro che a volte è bene diluire gli shampoo bio. Mi son armata di un bicchierone di plastica e ho cominciato a diluire un poco di shampoo con un bel po’ di acqua, gigogiando (che significa “agitando”. Da voi si usa questo termine?) per bene. Dopo di che lo applico lentamente sui capelli ben bagnati, seguendo la tattica de “un po’ di prodotto su ogni porzione di testa”. In questo modo, con poco prodotto, la mia capoccetta ne esce lavata alla perfezione.
Altre due piccole note in merito al prodotto: se vi finisce negli occhi brucia da morire e, per quanto riguarda la forfora, devo dire che svolge benissimo il suo lavoro contribuendo a regolarizzare la situazione a livello del cuoio capelluto.
Ora, io non me la prendo per il fatto di averci messo poco meno di dieci lavaggi per scoprire la tattica giusta, visto che alla fine l’ho scovata, il problema è che spesso lavo la testa nel lavandino (o nella vasca da bagno) e qui si presenta un problemino: stando a testa in giù faccio una gran fatica a raggiungere alcune zone stando con la testa capottata verso il basso (ad esempio la parte frontale del capo). Lavare lava, non c’è che dire, il profumo è ottimo e l’azione contro la forfora c'è ma usare questo shampoo è un “budegià” assurdo (per le non dialettofone “budegià” indica una cosa per la quale “c’è da fare un po’ di roba”).
VOTO
7/10
Non posso bocciarlo perché il suo lavoro lo fa bene. Essendo approdata da pochissimo a questo tipo di shampoo (questo è solo il secondo shampoo bio che utilizzo) non so se tutto questo lavorio è il prezzo da pagare per utilizzare questi prodotti. Starò a vedere come va con gli altri due shampoo Fitocose e poi vedrò che fare.
INGREDIENTI
aqua
- aloe barbadensis gel*- lauryl glucoside - disodium cocopolyglucoside citrate - sodium lauroyl glutamate - decyl glucoside - glycerin - urtica dioica extract*- citric acid - melaleuca alternifolia oil - piroctone olamine - citrus dulcis oil*- potassium sorbate - profumo** - limonene*
*da agricoltura biologica
**da oli essenziali naturali

5 commenti:

Cri ha detto...

ciao! hai mai provato a diluirlo in un vecchio flaconcino per la tinta ? io con quello riesco a far arrivare il prodotto in tutta la testa!
sennò prova con un vecchio flacone di shampoo, meglio se col forellino piccolo, dovresti avere maggiore controllo!

multicolorlips ha detto...

Giuro, a leggere il tuo articolo e le tattiche ninja sono morta dal ridere! E' fantastico!!

Comunque vorrei provare presto uno shampoo di Fitocose, con gli altri prodotti mi sono trovata benissimo quindi vorrei fare un altro ordine al più presto! (per fortuna però io non ho problemi di forfora ma anzi di secchezza dei capelli, altrimenti sarebbe già una battaglia persa per me usare questo shampoo visto come sono imbranata!!)

Un bacione!

Beauty&Natural ha detto...

Ciao, so che ne hai già ricevuto uno, ma i tuoi post sono veramente interessanti per cui sul mio blog c'è un premio per te..passa a ritirarlo
http://beautyandnatural.blogspot.it/2012/05/one-lovely-blog-award.html

S ha detto...

Diventi sempre più brava a fare questi post, sono descritti benissimo!
Non sapevo che se lo shampoo fa tanta schiuma fosse una cosa negativa, anzi credevo proprio il comtrario!^^
Però questo shampoo mi sembra un pò troppo complicato da usare! ;)
Un bacio!
S
s-fashion-avenue.blogspot.it

Patri - LAismydream ha detto...

Mi piacerebbe provarlo ma non lo vedo abbastanza pratico. Io il 90% delle volte lavo i capelli sotto la doccia e quindi non dovrei avere problemi però mi capita anche di farlo nel lavandino e quindi rimane un pò scomodo, ma più che altro ci vuole troppo e non sempre c'è il tempo di prendersela con comodo.

Posta un commento

Disclaimer

Il blog http://mekemeup-themorgana1985.blogspot.com/ (da qui in avanti "MakeMeUp") non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 I contenuti dei commenti dei lettori rappresentano il punto di vista degli autori degli stessi e l'autrice di MakeMeUp non se ne assume la responsabilità. L'autrice del blog si riserva di rimuovere senza preavviso, e a suo insindacabile giudizio, commenti: che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti politici, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d'età che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti che comunichino utilizzando messaggi in codice che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo che siano "off-topic" o comunque non correlati all'argomento principale del post Alcune delle immagini presenti sul blog sono tratte da internet e pertanto valutate di pubblico dominio. Qualunque problema inerente eventuali diritti d'autore non riconosciuti può essere segnalato all'autore che si rende disponibile per eventuali rettifiche e cancellazioni. Tutti i prodotti citati su MakeMeUp sono stati acquistati personalmente dall’autore o ricevuti in regalo da amici e parenti. In caso contrario, i prodotti ricevuti gratuitamente dalle aziende saranno chiaramente ed esplicitamente segnalati come omaggi. Tutte le opinioni, pareri e giudizi espressi sul blog riflettono il personale punto di vista dell’autore. L’autrice di MakeMeUp non è responsabile dell’accuratezza, completezza, e correttezza delle informazioni rese disponibili sul blog e per qualsivoglia conseguenza derivante dall’utilizzo di suddette informazioni. Pertanto l’autore non è responsabile dei danni dovuti a errori, incompletezza, mancanza di attualità delle informazioni fornite, possibili incomprensioni delle stesse e/o dei danni dovuti a un utilizzo improprio e scorretto dei prodotti citati nel blog. E' possibile contattare l'autrice di questo blog per informazioni, richieste, rettifiche e quant'altro all'indirizzo e-mail: TheMorgana1985@gmail.com
Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Grants For Single Moms